Canzoncine di Natale 2

(solo testo)

home

 

Speciale Natale

 

     
     

Un albero davvero speciale

 

Un piccolo sombrero,

dei chicchi di caffè,

due bastoncini per il riso,

un foglio di papiro,

la sabbia del deserto

per far capire che

è il mondo intero

che vogliamo per...

Il nostro albero

abbraccia tutto il mondo

coi suoi rami.

Il nostro albero

ci fa sentire amici tutti quanti.

Il nostro albero

fiorisce anche a Natale:

è un albero davvero speciale!

Un koala di peluche,

l'ocarina del Perù

l'elefantino d'ebano

una maschera orientale,

perfino matrioske

per far capire che

è il mondo intero

che vogliamo per...

Il nostro albero...

Davvero speciale!

Davvero speciale!

 

E' la festa di Natale

 

Prendi i rami di agrifoglio

la la la la la la la la la

per ornare le tue sale,

la la la la la la la la la

vesti l'albero già spoglio:

la la la la la la la la la

è la festa di Natale!

La la la la la la la la la

C'è nell'aria l'allegria

la la la la la la la la la

di un evento assai gioioso;

la la la la la la la la la

la tristezza manda via:

la la la la la la la la la

oggi è un dì meraviglioso.

La la la la la la la la la

L'anno vecchio è ormai passato,

la la la la la la la la la

quello nuovo presto viene:

la la la la la la la la la

il dolore è cancellato,

la la la la la la la la la

dappertutto regna il bene.

La la la la la la la la la

La la la la la la la la la

 

Primo Presepe

 

Primo presepe al mondo,

nasce a Fonte Colombo.

Fu lì che ne parlò, fu lì che programmò.

Quindici giorni prima di Natale

Frate Francesco chiese di parlare

con il suo amico nobile e devoto,

un uomo pio, un uomo benvoluto.

Caro Giovanni se vuoi che celebriamo

in quel di Greggio, il Natale di Gesù,

noi fraticelli i canti prepariamo,

ma per il resto dovrai pensarci tu.

Vorrei vedere come, il Bambinello, come,

tra l'asinello e il bue, in quei disagi, come.

Come a Betlem, secoli fa, vorrei vedere.

Santa, notte santa, sarà la notte di Natale.

La gioia sarà tanta per chi verrà a cantare

le lodi al Signore, le lodi per Gesù.

La notte di Natale, nella grotta che sai tu.

Frate Francesco, preparo tutto quanto.

La moglie mia prepara il Bambinello.

Ci sarà il bue insieme all'asinello

in quella grotta, laddove dici tu.

Caro Giovanni ci troveremo là,

sarà una notte di felicità.

Con il permesso che il Papa ci ha concesso,

celebreremo la Messa proprio là.

Sarà come vedere la notte di Natale

l'evento eccezionale di tanto tempo fa.

Come a Betlem, secoli fa, vorrei vedere.

Santa, notte santa, sarà la notte di Natale...

Francesco, sarà fatto. Prometto e lo farò:

la notte di Natale il mio aiuto ti darò.

 

E' nato il Redentor

 

Cantano gli angeli nel ciel:

E' nato il Redentor!

Intorno alla capanna

cantiamo il nostro osanna.

Sia gloria a Dio nel ciel

e sia pace all'uomo fedel:

questo canto risuoni sulla terra.

Tutta la terra esulterà,

di gioia canterà:

venite adoriamo

il nostro Salvatore.

Sia gloria a Dio nel ciel...

Oggi per te verrà Gesù:

su via, non pianger più.

Ridona lui il sorriso,

la gioia dentro al cuore.

Sia gloria a Dio nel ciel...

 

Scrive amore

 

E' una notte speciale,

lo sentiamo nel cuore,

una piccola stella cometa

scrive amore con la sua coda.

Scrive amore sui monti e le distese,

scrive amore sui tetti delle case.

Scrive amore su nuvole e sereno,

scrive amore su un grande arcobaleno.

Vola su di noi,

fà che prima o poi

resti solo amore

in questa grande immensità.

Vola come sai,

vola finchè puoi,

scrivi forte amore

dentro al cuore di tutti noi

e ci troveremo insieme a scrivere così.

E' Natale, regala il tuo sorriso,

E' Natale, proteggi un indifeso,

E' Natale, cancella il tuo rancore,

E' Natale, e scrivi sopra amore.

E' Natale, sul viso di un bambino,

E' Natale, negli occhi di un anziano

E' Natale, sui fogli di un giornale,

E' Natale, sui muri e nelle strade.

Vola su di noi...

E' Natale.

 

E' Natale è l'amore

 

Gente del monte, gente del mare,

gente della città.

Popoli in guerra, popoli in pace,

presto venite qua.

E' Natale, è Natale, è l'amore, la felicità.

E' Natale, è Natale, è l'amore

Prendete la gioia, prendete il dolore,

prendete quello che c'è,

prendete una lacrima, prendete il sorriso,

ma presto accorrete perchè

è Natale, è Natale, è l'amore, la felicità.

E' Natale, è Natale, è l'amore

E' gloria nell'alto dei cieli,

è gioia che è nato Gesù.

Gloria nell'alto dei cieli,

è la pace a noi quaggiù.

E' gloria nell'alto dei cieli...

Gloria nei cieli e pace tra voi,

tra voi che vivete qua.

Andate da lui, che è nato per voi,

per voi un giorno morirà.

E' Natale, è Natale, è l'amore, la felicità.

E' Natale, è Natale, è l'amore

Andiamo per mano, seguiamo la luce,

andiamo che è nato Gesù.

Andiamo coi doni, andiamo col cuore,

andiamo che è nato Gesù.

E' Natale, è Natale, è l'amore, la felicità.

E' Natale, è Natale, è l'amore

E' gloria nell'alto dei cieli...

E' Natale, è Natale, è l'amore, la felicità.

E' Natale, è Natale, è l'amore

 

Gesù Bambino è nato

 

Gesù Bambino è nato in città,

Gesù Bambino, ma che felicità!

Gesù Bambino, vieni qui fra noi,

Gesù Bambino, parla a tutti noi.

Parlaci di pace

con la tua vocina

così ci sveglieremo

felici ogni mattina.

Felici in questo mondo

se presto arriverà

la pace per ognuno

e festa ci sarà.

Gesù Bambino è nato in città...

Parlaci d'amore

col tuo cuoricino

così noi chiameremo

fratello ogni bambino.

Fratello, cosa importa

di che colore è?

L'amore è arcobaleno,

più siamo e meglio è.

Gesù Bambino è nato in città...

Parlaci di gioia

con il tuo sorriso,

così noi spargeremo

l'amore su ogni viso.

E a chi si sente triste

diremo noi quaggiù:

la gioia è ritornata,

è in mezzo a noi Gesù.

Gesù Bambino è nato in città...

 

Jingle bells

 

Jingle bells, jingle bells,

jingle all the way.

Oh what fun it is to ride

in a one horse open sleight, oh!

Jingle bells, jingle bells,

jingle all the way.

Oh what fun it is to ride

in a one horse open sleight.

Quantè bello andar

sulla slitta insieme a te

in quest'atmosfera dolce di Natal.

Suonano così,

le campane che

ci fan cantare in coro:

Buonanotte, buon Natal!

Jingle bells, jingle bells...

Vien la neve giù,

la slitta è pronta già,

sui campi noi andiamo al trotto del caval

Si sente tintinnar

nella notte blu,

che gioia è correre

e cantare in slitta una canzon.

Jingle bells, jingle bells...

La Chiesa di laggiù

annuncia che Gesù

è nato già per noi, è festa in tutti i cuor.

Nell'aria din don dan

risuonano lontan,

e sulla slitta andiam

per dire a tutti: buon Natal!

Jingle bells, jingle bells...

 

Sotto un raggio di stella

 

Sotto un raggio di stella

nel cielo terso di quella notte,

dentro l'umile grotta

nasceva un bambino ed era Gesù.

Stanca Maria lo stringeva,

dolce la ninna gli sussurrava.

Anche gli angeli in volo

cantavano a festa per l'umanità.

Gloria, gloria nei cieli

e pace in terra, sia pace.

Gloria per tutte le genti,

in tutto il mondo sia pace.

Sotto un raggio di stella

apriva gli occhi sul mondo il bambino,

nelle piccole mani

un grande destino: lui era Gesù.

Dentro una povera greppia

così lo vegliavano e lui sorrideva.

La cometa nel cielo

brillando annunciava: è nato Gesù.

Gloria, gloria nei cieli...

Per tutto il mondo è nato Gesù.

 

Batti le ali

 

Una scala verso il cielo

questa musica sarà

giù dal mondo fino in cima

all'universo arriverà

Una festa, un'emozione,

tra gli amici in compagnia

per cantare tutti insieme

cielo e terra in sintonia.

Se sei un bambino batti le mani

Se sei un angelo batti le ali.

Batti le ali e canta con me:

è la festa più bella che c'è.

Batti le mani e sorridi anche tu:

è Natale, è nato Gesù.

Per la pace, per l'amore

un accordo nascerà

e puntando dritto al cuore

la speranza chiamerà.

Una nota dopo l'altra,

mille voci in armonia

per volare tra le stelle

sopra questa melodia.

Se sei un bambino batti le mani

Se sei un angelo batti le ali.

Batti le ali e canta con me:

è la festa più bella che c'è.

Batti le mani e sorridi anche tu:

è Natale, è nato Gesù.

E' Natale, è nato Gesù.

E' nato Gesù. E' nato Gesù.

Bianco Natale

 

Quel lieve tuo candor, neve,

discende lieto nel mio cuor:

nella notte santa

il cuore esulta d'amor,

è Natale ancor.

E viene giù dal ciel, lento,

un dolce canto ammaliator

che mi dice: Spera anche tu!

E' Natale, non soffrire più.

Col bianco tuo candor, neve,

sai dar la gioia ad ogni cuor.

E' Natale ancora,

la grande festa che sa

tutti conquistar.

Un canto vien dal ciel, lento,

e con la neve dona a noi

un Natale pieno d'amor,

un Natale di felicità.

Un Natale di felicità.

 

Questa notte a Betlemme

 

Come fa Babbo Natale,

dai, facciamolo anche noi:

imitiamolo nel suo donare...

Quante volte abbiamo preso,

ma ora è il tempo che noi diamo:

è una bella novità.

Questa notte a Betlemme

in una capanna è nato l'amore.

E' l'amore del cielo,

è senza misura e tutto si dà.

E' l'amore più grande,

quello più vero, quello di Dio:

la parola di vita

che i nostri cuori trasformerà.

Date, dice il Signore,

date del vostro e vi sarà dato.

Non tenete forzieri,

torri o granai che cadono giù.

Dentro al cuore dell'uomo

qualcosa c'è che spinge ad amare:

c'è più gioia nel dare che nel ricevere, è così.

E' l'amore quello vero,

che può accendere il sorriso:

è Gesù che nasce in mezzo a noi,

che ci dice: Ama tutti,

quelli belli e quelli brutti,

e l'amore ti ritornerà.

Questa notte a Betlemme...

 

Natale è già qui

 

Dicembre arriva, Natale è già qui

ed io vorrei fare un presepe speciale

e poi regalarlo per dire agli amici

che presto è Natale e nasce Gesù.

Dai, dai, aiutami anche tu

con legno, sassi, carta e colla.

Con tanta fantasia facciamo un bel presepe

che doni l'allegria, la felicità.

La grotta, la culla, il bue, l'asinello,

Giuseppe e Maria, il bambino Gesù.

La stella cometa con tanti pastori

e degli angioletti felici e festosi.

Dai, dai, aiutami anche tu...

Il nostro presepe adesso è finito:

è fatto di niente, ma è nato dal cuore

e noi lo doniamo a tutta la gente

perchè si ricordi che presto è Natale.

Dai, dai, aiutami anche tu

Dai, dai, festeggialo anche tu:

tra poco arriverà Natale.

E nascerà Gesù, e nascerà Gesù per noi

portando tanto amore e felicità.

 

Gloria Gloria in cielo

 

Gloria gloria,

gloria in cielo e pace sulla terra.

Gloria gloria, non vogliamo la guerra.

Un bambino è nato, oggi è nato per noi,

giù da paradiso è sceso qui per noi.

Un nuovo sole splenderà

e la notte buia non sarà,

alleluja,alleluja, alleluja!

Cantano gli angeli in mezzo alle stelle,

canta il pastore con le pecorelle,

canta Maria e lo stringe di più

quel bambino di nome Gesù, alleluja!

Gloria gloria...

Canta la gente una bella canzone

in ogni casa, paese e nazione,

ogni bambino felice di più

oggi canta: E' nato Gesù, alleluja!

Gloria gloria...

 

Corri corri somarello

 

Corri corri somarello, corri corri e va

che Maria ha molta fretta, tanta fretta ha

e può nascere il bambino prima di arrivare,

corri corri somarello e non ti fermare.

Corri di qua, hi ha, corri di là, hi ha,

una casa, una locanda ci sarà.

La strada è molto lunga e non si arriva mai

e con la pancia grossa son grossi guai.

Fermiamoci Maria, che non ti puoi sforzare,

fermiamoci Maria, ti devi riposare.

Ma il Figlio del Signore non può nascere così,

ci vorrebbe un tetto adesso qui,

ci vorrebbe un tetto qui.

Corri corri somarello, corri corri e va...

E su per la collina corri corri e va

perchè Betlemme stava proprio là.

Ogni albergo è pieno ma qui c'è questa stalla,

fermiamoci Maria, ci aiuterà una stella.

Ma il Figlio del Signore non può nascere così,

ci vorrebbe un tetto adesso qui,

ci vorrebbe un tetto qui.

Col bue e l'asinello lì in quella capanna

Maria già cantava la sua ninna nanna.

Dormi pargoletto come un angioletto,

dentro questo letto povero per te.

Dormi bimbo bello fra il bue e l'asinello,

con un canto bello nell'aria per te.

Ma tutto il mondo sa, e ognuno lo saprà:

oggi è nato chi ci salverà

e tutti, tutti quanti salverà.

 

Sarà Natale se

 

Tutti abbiamo un compito speciale:

ricordare al mondo che è Natale.

Se mettiamo ali al nostro cuore

saremo angeli che portano amore.

E sarà, sarà, sarà

sarà Natale se...

Sarà Natale se ami,

sarà Natale se doni,

sarà Natale se chiami

qualcuno solo a stare con te.

E sarà, sarà, sarà

sarà Natale se...

sarà Natale vero

non solo per un'ora:

Natale per un anno intero.

Sarà Natale se vivi,

sarà Natale se ridi,

sarà Natale se stringi

le mani a chi soffre di più.

E sarà, sarà, sarà

sarà Natale se...

Sarà Natale se cerchi,

sarà Natale se credi,

sarà Natale se canti

ogni giorno con gli amici tuoi.

E sarà, sarà, sarà

sarà Natale se...

Tutti abbiamo un compito speciale:

ricordare al mondo che è Natale.

Se mettiamo ali al nostro cuore

saremo angeli che portano amore.

E sarà, sarà, sarà

sarà Natale se...

 

L'orchestra celeste

 

Ecco l'orchestra,

l'orchestra celeste

che il paradiso di suoni riveste.

Musica, maestro Cherubino:

accordiamo l'arpa, i timpani, il clarino.

E poi note su note

dal cielo per te:

un'orchestra di angioletti c'è.

E poi note su note

dal cielo per te:

un'orchestra di angioletti c'è.

Senti che orchestra,

che orchestra speciale:

è tradizione in ogni Natale.

Musica di allegri campanelli

con la lira, il corno inglese e i violoncelli.

E poi note su note...

Viva l'orchestra

l'orchestra divina,

su dalle stelle la senti vicina.

Musica suonata con le ali:

a Natale è il più bello dei regali.

E poi note su note...

 

Hip Hop Befana

 

La Befana vien di notte

con le scarpe tutte rotte,

con lo scialle e la sottana,

viva viva la Befana!

Scarpe tutte rotte,

con lo scialle nero in testa

una volta all'anno scende giù

per fare festa.

Stano personaggio

questa nonna leggendaria

con la scopa vola

il sei gennaio nell'aria. Hop!

Non si stanca mai - No, mai!

di questo suo lavoro - Mai!

e i dolci nelle calze pure tu li troverai.

Hip hop Befana

esci esci dalla tua tana.

Se sei brutta cosa cosa fa?

Conta solo la bontà!

Hip hop Befana

ti aspettiamo in fila indiana

con le calze appese lì:

tu riempile così.

Fata prodigiosa,

vecchia strega misteriosa

con la faccia scura

che ti sembra un po' scontrosa,

gira tutto il mondo

con un sacco di regali,

fa felici i bimbi

che per lei son tutti uguali. - Hop!

Non si stanca mai - No, mai!

di questo suo lavoro - Mai!

e i dolci nelle calze pure tu li troverai.

Hip hop Befana...

La Befana vien di notte

con le scarpe tutte rotte,

con lo scialle e la sottana,

viva viva la Befana!

 

Ninna nanna dei bambini

 

Ninna oh, ninna oh.

Ninna nanna ninna oh.

Ninna oh, ninna oh.

Ninna nanna ninna oh.

Suono il tamburo piano piano,

se il bimbo strilla non lo suono più.

Suono i legnetti piano piano

per il mio amico, il mio amico Gesù.

Ninna oh, ninna oh...

Suono il cembalo piano piano,

una stella brilla nel cielo lassù.

Suono il triangolo piano piano

per il mio amico, il mio amico Gesù.

Ninna oh, ninna oh...

Suono le maracas piano piano

e la neve bianca scende quaggiù.

Suono le nacchere piano piano,

per il mio amico, il mio amico Gesù.

Ninna oh, ninna oh...

Suono il flauto piano piano,

una ninna nanna canta anche tu.

Suoniamo bambini piano piano,

è nato un amico, è nato Gesù.

Ninna oh, ninna oh...

 

Babbo Natale

 

Nella notte di Natale

un vecchietto con la barba bianca bianca

ha il vestito tutto rosso,

pantaloni, il cappuccio e la giacca.

Va girando con la slitta

trainata dalle renne

portando a tutti i bimbi

un sacco di strenne.

Il suon dei campanelli

lo avvolge di magia,

a tutti porta i doni

e veloce corre via.

Il suo viso tondo tondo

arrossato dal freddo della sera,

due occhietti vispi vispi

che ricordano ogni cosa dove era.

Va girando con la slitta...

Qualche ruga sulle guance

è il segno del tempo che è passato;

sempre allegro, sorridente,

se vogliamo anche un poco ingrassato.

Va girando con la slitta

 

Filastrocca del Presepio

 

Uno è il bambino

bello e ricciolino.

Due l'asinello

col bue suo fratello.

Tre re sapienti

i Magi coi turbanti.

Quattro i pastori

che vanno da Gesù.

Cinque le donne

coi manti e con le gonne.

Sei pescatori

che a sera stanno fuori.

Sette caprette

che il latte servirà.

Otto angioletti

e il coro si farà.

Nove bambini

che vanno per la via.

Dieci stelline

nel cielo e così sia.

Nel cielo e così sia.

Nel cielo e così sia.

La Befana quatta quatta

 

La Befana quatta quatta

ha una scarpa e una ciabatta.

Con la scopa vola in alto,

sopra i tetti poi fa un salto.

Viene giù lungo i camini

per la gioia dei bambini;

mette i dolci a quelli buoni

dentro calze e calzettoni.

Mette i dolci a quelli buoni

dentro calze e calzettoni.

A cavallo della scopa

Asia, Africa ed Europa,

dall'Australia in tutta fretta

in America è diretta.

Ma io penso francamente

che non sia vero per niente:

la Befana (è molto chiaro)

oggi prende l'aeroplano.

La Befana (è molto chiaro)

oggi prende l'aeroplano.

 

L'Angioletto del Presepio

 

L'Angioletto del Presepio

fa un lavoro faticoso:

è attaccato alla Capanna

senza ferie, senza ferie nè riposo.

Sempre fermo e sorridente

lui sta sempre appeso là.

Lui sta sempre appeso là.

Con le ali tutte aperte

lui non teme il raffreddore,

con la scritta "Gloria in cielo"

fa la guardia, fa la guardi al Redentore.

Non si sposta, non si muove

e lo trovi sempre là.

E lo trovi sempre là.

Forse un po' gli piacerebbe

di volare un po' più su;

ma da sempre l'angioletto

resta accanto, resta accanto al suo Gesù.

Lui da sempre con affetto

resta accanto al suo Gesù.

L'angioletto del Presepio

resta accanto al suo Gesù.

 

Suonate suonate pastori

 

Correte, correte pastori,

suonate, suonate più forte,

con flauti e cornamuse

suonate, suonate per noi!

Una canzone che parla d'amore

per tutto il mondo poi volerà.

Una canzone che parla di pace

che porti a tutti la serenità.

Correte, correte pastori...

Una canzone che apre il mio cuore

per donare parole più buone.

Una canzone per tutta la gente

che porti a tutti tanta bontà.

Correte, correte pastori...

Una canzone che porta il sorriso

a chi è solo e gioia darà.

Una canzone che porta allegria

per tutti gli uomini di buona volontà.

Correte, correte pastori...

Una canzone che canta alla vita

e che per mano si ballerà.

Una canzone per tutti i bambini

per un domani di felicità.

Correte, correte pastori...

 

Campane di Natale

 

Ehi fratello: le campane di Natale

hanno un suono niente male.

Risuonano allegre nella notte santa,

la gente le ascolta e poi felice canta.

E canta din din

e canta din don

e canta canta din dan.

Ehi sorella, ascoltale anche tu

e quando tu sei triste ascoltale di più.

Risuonano nell'aria con un suono celestiale,

lo sai che cosa sono? Campane di Natale!

Ehi amico, il mondo ha tanti suoni,

bombe, lamenti e colpi di cannoni;

ma c'è un suono buono che sconfigge il male,

tu lo sai qual è? Campane di Natale!

Ehi fratello: le campane di Natale...

Ehi amici, ascoltiamole insieme,

è un suono sereno che ci fa bene,

è un suono che unisce, un suono solidale,

ascoltale anche tu: campane di Natale!

Ehi fratello, ascoltale col cuore,

è un suono unico che non ha colore

e che ogni uomo all'altro rende uguale,

lo senti come suonano? Campane di Natale!

Ehi fratello: le campane di Natale...

 

Dentro la grotta

 

Dentro la grotta, brr, che freddo,

fuori quanta neve vien giù!

Forza, mettiamoci al lavoro

per riscaldare il piccolo Gesù.

Io prenderò questa paglia,

la mangiatoia asciugherò.

Ed io, che sono il più forte,

quel gran masso sposterò.

E faremo un bel lavoro:

qua la zampa, amico mio!

Dentro la grotta, brr, che freddo...

Io pulirò quel muretto,

questo sgabello va di là.

Dai, non perdiamo altro tempo:

stanno arrivando già.

E faremo un bel lavoro:

qua la zampa, amico mio!

Dentro la grotta, brr, che freddo...

Io laverò quel lenzuolo,

un fuocherello accenderò.

Io proprio non vedo l'ora:

quel bambino scalderò.

E faremo un bel lavoro:

qua la zampa, amico mio!

Dentro la grotta, brr, che freddo...

 

Astro del ciel

 

Astro del ciel, pargol divin,

mite agnello Redentor.

Tu che i vati da lungi sognar,

tu che angeliche voci annunziar,

luce dona alle menti,

pace infondi nei cuor.

Luce dona alle menti,

pace infondi nei cuor.

Astro del ciel, pargol divin,

mite agnello Redentor.

Tu di stirpe regale decor,

tu virgineo mistico fior,

luce dona alle menti,

pace infondi nei cuor.

Luce dona alle menti,

pace infondi nei cuor.

Astro del ciel, pargol divin,

mite agnello Redentor.

Tu sol nato a parlare d'amor

tu disceso a scotare l'error,

luce dona alle menti,

pace infondi nei cuor.

Luce dona alle menti,

pace infondi nei cuor.

 

Abete di Natale

 

Nel buio tu risplendi a noi,

abete di Natale.

Sui rami tuoi scintillano

le luci colorate.

Dei bimbi gli occhi brillano

di Dio le luci vedono.

Accanto ad un presepe c'è

l'abete di Natale.

Ricordi a tutti gli uomini

i doni che i pastori

portarono al bambin Gesù

la notte di Natale.

Col cuore pien di giubilo

li misero sui rami tuoi:

per questo festeggiamo te,

abete di Natale.

Abete che ricordi a noi

la notte di Natale,

nel gelo dell'inverno sei

un segno di speranza.

All'uom di buona volontà

la strada tu ricorderai

che porta dritta, come te,

al cielo del Signore.

 

Tu scendi dalle stelle

 

Tu scendi dalle stelle,

o Re del cielo,

e vieni in una grotta

al freddo e al gelo.

E vieni in una grotta

al freddo e al gelo.

O Bambino mio divino

io ti vedo qui a tremar,

o Dio beato;

ah quanto ti costò

l'avermi amato!

A te che sei del mondo

il Creatore,

mancano panni e fuoco,

mio Signore.

Mancano panni e fuoco,

mio Signore.

Caro eletto pargoletto,

quanta questa povertà

più m'innamora:

giacchè ti fece amor

povero ancora!

Giacchè ti fece amor

povero ancora!

Tu lasci del tuo Padre

il divin seno

e vieni a tremar

su questo fieno.

Dolce amore del mio cuore

dove ancor ti trasportò,

mio Salvatore,

l'affetto tuo per me,

oh che stupore!

L'affetto tuo per me,

oh che stupore!

 

Brilla brilla stella

 

Brilla brilla stella

nel cielo luminosa,

con la luce chiara e bella

il bimbo si riposa.

Fiore della notte,

splendida cometa,

brilla brilla stella

sulla strada per Gesù.

Brilla brilla stella,

veglia sul bambino:

sulla paglia come culla

dorme il piccolino.

Raggio dell'amore,

 candida fiammella,

brilla brilla stella

sulla grotta di Gesù.

Brilla brilla stella

sulla grotta di Gesù.

 

Uno due tre cammelli

 

Ungabadibadaba-u

Ungabadibadaba-u

Uno, due, tre cammelli

passo dopo passo tre cammelli

tutti dall'Oriente, da così lontano

piano piano piano fino là.

Sopra le dune del deserto,

sotto le stelle a cielo aperto,

verso quella meta, dietro la cometa,

giunsero in ritardo fino là.

Oro, incenso e mirra

portiamo in dono per te,

per te che sei il Re della terra,

per te che sei il Re dei re

Oro, incenso e mirra

portiamo in dono per te,

per te che sei il Re della terra,

per te che sei il Re dei re

Uno, due, tre Re Magi,

passo dopo passo mogi mogi

con i loro doni tre Re Magi buoni

piano piano piano fino là.

Uno, due, tre regali,

negli scrigni belli molto rari,

tutti e tre lassù, e tutti per Gesù,

chè il Messia non ritorna più

Oro, incenso e mirra...

Uno, due, tre Re Magi,

dopo un brutto sogno mogi mogi

tornano in Oriente dalla loro gente

e da Erode non ci vanno più.

Uno, due, tre cammelli

passo dopo passo tre cammelli

sulla nuova via ripartono di là,

così Erode non li incontrerà.

Oro, incenso e mirra...

Ungabadibadaba-u

Ungabadibadaba-u

Ungabadibadaba-u

 

Sono una pecorella

 

Sono una pecorella,

siamo le pecorelle,

portiamo un regalino

e col cuore te lo diamo

perchè perchè, bee bee,

perchè perchè, bee bee:

tu sei il pastore, ecco perchè.

Perchè perchè, bee bee,

perchè perchè, bee bee:

del mondo intero, ecco perchè.

Ero nell'ovile con le mie sorelle

sotto un cielo nero dipinto di stelle:

una stretta all'altra e tutte quante lì

chè era molto freddo com'è freddo qui.

Dormivano tutte, dormivano bene

nel calduccio bello di chi si vuole bene.

Quando all'improvviso un angelo lassù

ha detto in un annuncio che eri nato tu.

Sono una pecorella...

Così siamo partite e adesso siamo qua,

con un regalino che ti vogliamo dar:

con la nostra lana ti potrai scaldare,

con la nostra gioia e tutto il nostro amore.

E dopo porteremo tutto il nostro latte

insieme alla ricotta, pure le caciotte,

così tu crescerai e grande diverrai

e poi da ogni male ci difenderai.

Sono una pecorella...

E adesso ce ne andiamo con un ricordo bello

di chi ti ha riscaldato: il bue e l'asinello,

e lo diremo a tutti, a tutti in ogni dove:

è nato in una stalla il Figlio del Signore.